Nel periodo della gravidanza anche un solo starnuto può far preoccupare, è normale. In una fase delicata come questa, tutte le future mamme tendono a curare maggiormente la loro salute per evitare possibili complicazioni al nascituro. Viene naturale, dunque, domandarsi se il raffreddore in gravidanza può esporre il bambino a rischi.

Il raffreddore e il feto

Durante la gravidanza le difese immunitarie si abbassano, e di conseguenza aumenta il rischio di contagio delle patologie invernali. Fortunatamente il raffreddore in gravidanza non rappresenta un fattore di rischio per il nascituro , ma non deve essere trascurato.

Solitamente nel periodo della gravidanza è sconsigliato assumere farmaci, tuttavia se il raffreddore è accompagnato da febbre che supera i 38°C , è necessario contattare il proprio medico, che indicherà la terapia più idonea per il trattamento del disturbo durante la gravidanza.

Cosa fare?

Un rimedio può essere aspettare che il raffreddore passi da solo, conciliando la guarigione con una buona dose di riposo e con abbondante idratazione. Nel frattempo si può cercare di alleviare il fastidio del naso chiuso utilizzando metodi naturali, come i suffumigi. È possibile ricorrere a farmaci decongestionanti solo dietro consulto del medico.