Testa pesante, dolore e febbre: quando questi disturbi si presentano contemporaneamente è necessaria un’azione di contrasto rapida ed efficace. Si tratta di sintomi che preannunciano malanni come raffreddore e influenza, tipici della stagione invernale. Scopriamo come affrontarli e quali sono i prodotti specifici che agevolano la pronta guarigione.

Ecco 3 rimedi per non restare a letto con mal di testa e febbre.

  1. Rimedi di origine vegetale. Le malattie da raffreddamento trovano spesso sollievo grazie ai rimedi naturali. Ad esempio, quando siete afflitti dal tipico mal di testa da raffreddore con febbre, potreste provare ad alleviare il fastidio grazie all’azione dell’estratto di tanaceto, un’erba medicinale che ha proprietà antidolorifiche. Utile anche perché non ha interazione con i farmaci specifici che solitamente si assumono in questi casi. Attenzione solo alle possibili reazioni allergiche che questa pianta può provocare.
  2. Rimedi popolari. Si chiamano molto più comunemente rimedi della nonna. Sono largamente diffusi perché legati alla tradizione e spesso tramandati di generazione in generazione. Un accorgimento che viene adottato in caso di mal di testa è quello di adagiare sulle tempie un panno umido e freddo. Si dice abbia un effetto vaso restringente e che quindi, sia capace di alleviare il dolore. Un altro grande classico è la tazza di latte caldo con il miele prima di andare a dormire: i liquidi caldi migliorano la situazione delle mucose, alleviano irritazione e infiammazione, predisponendo il corpo ad un sonno ristoratore.
  3. Prodotti specifici. Rimedi rapidi però, restano sempre i prodotti specifici, in grado di contrastare il malanno sul nascere e offrire, al contempo, una pronta guarigione. Ecco che un trattamento adeguato, a base di paracetamolo e un decongestionante nasale vi aiuterà ad abbassare la febbre, liberare il naso chiuso e lenire i dolori dell’influenza.