Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

Utilizzare gli antibiotici se si ha la tosse: quando farlo e quando evitarlo

Le cause della tosse sono numerose e una corretta diagnosi della patologia che la scatena è il primo passo per conoscere quale tipo di trattamento intraprendere. Tra le cause più diffuse si riconoscono le infiammazioni (di origine batterica o virale) delle vie aeree superiori.

Calmare la tosse

Quando la tosse secca si manifesta per qualche giorno, è possibile trovare un po’ di sollievo da questa fastidiosa reazione del nostro corpo (che può anche essere accompagnata da un mal di testa tipico) usando dei sedativi della tosse. Nel caso di tosse da patologie invernali, in pochi giorni il nostro corpo avrà debellato il virus e saremo pronti ad affrontare nuovamente le sfide di ogni giorno senza il fastidioso disturbo.

Un errore comune è quello di trattare subito la tosse, senza un’accurata diagnosi da parte di un medico, con i “metodi forti”, ricorrendo agli antibiotici.

Quando e perché è un errore il ricorso agli antibiotici

Il ricorso agli antibiotici è funzionale e giustificato solo nel caso in cui la tosse sia la spia di un’infezione batterica delle vie aeree. In tutti gli altri casi, infatti, il trattamento antibiotico è totalmente inefficace oltreché inutilmente dannoso per il nostro organismo e un rischio per la salute di tutti. È opportuno consultare il medico o chiedere consiglio al farmacista per una corretta diagnosi.

Ecco, nello specifico, le tre ragioni per cui è un errore utilizzare gli antibiotici per la tosse (e in generale) in assenza di un’infezione batterica:

  • Inefficacia – Il trattamento antibiotico è mirato a combattere la presenza dei batteri nel nostro organismo. Se non ci sono batteri, ma virus ad esempio, assumere un antibiotico non ha alcun effetto sulla patologia.

  • Danno inutile – Anche quando si è affetti da un’infezione batterica, il ricorso all’antibiotico è il “male minore”, in quanto oltre ad eliminare i batteri nocivi, o “cattivi” per il nostro organismo, distrugge anche quelli “buoni” (come quelli che compongono la flora batterica intestinale). Per questo motivo, alla terapia antibiotica generalmente si associano trattamenti che mirano a rigenerare i batteri necessari per l’organismo. Nel caso di assenza d’infezione batterica, l’antibiotico sortirà solo i suoi effetti negativi sul nostro corpo.

  • Rischio per la salute di tutti – Il ricorso agli antibiotici è una rimedio da valutare attentamente. Il loro utilizzo indiscriminato e massiccio, infatti, mette a rischio la salute di tutti. La diffusione degli antibiotici funge da “selezione artificiale” dei batteri, promuovendo i ceppi resistenti ai trattamenti disponibili. Il risultato è che si favorisce l’insorgenza di patologie per le quali non vi è cura.

Quando l’antibiotico è necessario

Sulla base della diagnosi di un medico, il più delle volte mediante visite e analisi specialistiche, accertata che la causa scatenante della tosse sia un’infezione batterica, è necessario avviare una terapia antibiotica, dietro adeguata prescrizione medica.

Prodotti per la tosse

Prodotti per la tosse NeoBorocillina

Per mandare al diavolo la tosse e affrontare il quotidiano senza fastidi.

Scopri di più

La tosse

Conoscere la tosse: informazioni su sintomi, cause e rimedi.

Scopri di più

Prodotti per i sintomi del raffreddore e dell’influenza

Al diavolo i sintomi del raffreddore e i sintomi dell’influenza: per tornare alla vita di ogni giorno.

Scopri di più

TOP