Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

Il mal di gola: perché peggiora di notte? Per queste 6 ragioni


Riposare il giusto numero di ore è fondamentale per poter guarire dal mal di gola, sia esso virale o batterico e può accadere che il mal di gola si aggravi durante il dormiveglia o il sonno, determinando il protrarsi del disturbo. Ma perché il mal di gola peggiora di notte? Le ragioni principali sono queste sei.

  1. Dormire supini
    La posizione in cui si dorme può determinare un peggioramento del mal di gola. In particolare, a causa della posizione supina, le vie respiratorie sono maggiormente compresse e questo può rendere la respirazione poco agevole, con relativo aumento dell’infiammazione e della tosse.
  2. Mancata o minore espettorazione
    Questo punto è strettamente legato al precedente. Dormendo in posizione supina e comprimendo le vie respiratorie, durante la notte risulta molto più difficile espettorare. Il muco, anziché essere espulso, si deposita e la tosse, nel tentativo di liberare le vie aree, aumenta di frequenza.
  3. Respirare con la bocca
    Di notte, per abitudine o per necessità molte persone dormono con la bocca aperta, ad esempio se soffrono di patologie che presentano anche il naso chiuso. In presenza di mal di gola, questa abitudine aggrava l’irritazione perché le mucose della gola si seccano ulteriormente.
  4. Dormire in ambienti secchi
    In inverno per i riscaldamenti, in estate per il condizionatore, l’aria nella stanza nella quale si dorme potrebbe essere troppo secca. Ciò potrebbe causare un’idratazione non adeguata delle mucose.
  5. Reflusso gastroesofageo
    Sono molte le persone a soffrire di questo disturbo legato a bruciore di stomaco e problemi di digestione. Durante il sonno o nel dormiveglia, eventuali problemi di reflusso gastroesofageo e la relativa risalita degli acidi dallo stomaco contribuiscono a incrementare l’irritazione delle mucose.
  6. Minore produzione di saliva
    Di notte, si tende a respirare con la bocca e, in generale, c’è una minore salivazione. La minore salivazione comporta anche un minor grado d’idratazione dalle mucose. Anche per questo, di notte, il mal di gola può peggiorare.

Rimedi

Per fare in modo che il mal di gola non peggiori di notte, è possibile ricorrere a questi semplici rimedi:

  1. Dormire con le spalle alzate. Questo permetterà di evitare o, in generale, di ridurre il depositarsi del muco, quindi si avvertirà meno la necessità di tossire, facilitando il riposo.
  2. Aerare la stanza in cui si dorme. Consiglio che vale sia in inverno, quando si tengono i riscaldamenti accesi, sia in estate, quando si utilizza il condizionatore.
  3. Idratarsi. Bere un bicchiere d’acqua poco prima di andare a dormire può favorire l’idratazione della mucosa della gola.
  4. Ricorrere a un calmante per la tosse o a un espettorante. Questo permetterà di evitare o, in generale, di ridurre il depositarsi del muco, quindi si avvertirà meno la necessità di tossire, facilitando il riposo.

Prodotti per il mal di gola

Al diavolo il mal di gola: per affrontare la vita senza disagi.

Scopri di più

Il mal di gola

Conoscere il mal di gola: informazioni su sintomi, cause e rimedi

Scopri di più

Prodotti per la tosse

Prodotti per la tosse NeoBorocillina

Per mandare al diavolo la tosse e affrontare il quotidiano senza fastidi.

Scopri di più

Prodotti per i sintomi del raffreddore e dell’influenza

Al diavolo i sintomi del raffreddore e i sintomi dell’influenza: per tornare alla vita di ogni giorno.

Scopri di più

TOP